Traversata di scrittura narrativa 2014
Spiega le vele del tuo racconto

Corso di base per scrittori esordienti e non

Scrivere è il gesto che ha accompagnato l’uomo fin dalla sua comparsa sulla Terra, che si tratti dei più semplici graffiti o della trama articolata di un romanzo russo dell’Ottocento. Ciò che si desidera è lasciare tracce di sé. In questo senso, chiunque può prendere carta e penna e cimentarsi nell’arte della scrittura.

Quante volte avrai già scritto, oppure lo hai solo pensato ma non sei mai andato oltre le prime righe e – deluso e in difficoltà – hai abbandonato l’idea. Questo perché al desiderio del momento mancavano alcuni strumenti di metodo, la costanza di un progetto e una buona consapevolezza rispetto a come incanalare la passione.

Tutti, però, siamo stati accompagnati da qualcuno nel muovere i primi  passi in mezzo al mare infinito delle storie. Puoi navigare a vista, nella speranza di non arenarti in qualche fondale sabbioso, oppure tracciare una rotta che ti porti a nuove emozionanti scoperte. Con la traversata di scrittura narrativa avrai l’aiuto e i consigli di qualche navigante esperto e la compagnia e il confronto di altri appassionati come te.

Alternando indicazioni pratiche, esempi stimolanti e momenti per lavorare insieme sulla scrittura, ti proponiamo un laboratorio articolato in cinque incontri, in cui potrai confrontarti con esperti, imparare inaspettati elementi di stile e qualche utile trucco.

Soprattutto, potrai scrivere un racconto (rielaborato, corretto, perfezionato insieme a noi) che, insieme a quelli degli altri partecipanti, prenderà vita in un libro.

Per saperne di più, clicca sulle bande grigie qui sotto corrispondenti alle voci che ti interessano. Cliccando sull’ultima voce potrai leggere (e guardare) cosa abbiamo fatto nel Laboratorio precedente (marzo-maggio 2013).

Programma degli incontri

5 marzo – 19.30-21.30
Se la mappa è una pagina in bianco
Senso, destinatari, impostazione

  • Perché scrivo? E per chi? Da dove posso trarre ispirazione?
  • Quale genere mi permette di esprimermi al meglio?
  • Dalla vita alla letteratura: scrittura narrativa e autobiografica.
  • Modi, luoghi e tempi di scrittura.
  • Iniziamo a scrivere!

“Consegna” del racconto da elaborare durante il percorso


12 marzo – 19.30-21.30
Bussole per orientare la rotta
Incipit, conclusione, trama, personaggi

  • Ordine e creatività: quali priorità stabilisco?
  • Mai più noia: come strutturo la trama?
  • Ritmo e vivacità: per dialoghi verosimili e messaggi coinvolgenti.
  • Dall’immaginazione alla realtà: rendo vivi i personaggi che sogno.

Revisione di struttura, impostazione, scaletta del racconto

 

26 marzo – 19.30-21.30
Nodi marinai per dar forza alla scrittura
Stile, linguaggio, dialoghi

  • Come posso connotare stile e linguaggio?
  • Quasi finito: perfeziono scorrevolezza, uniformità ed efficacia.
  • Ultima rilettura: a quali errori devo stare più attento?
  • Perché il libro cammini sulle sue gambe: preparo il testo per la pubblicazione.

Revisione dei contenuti  e dell’uniformità dell’elaborato

 

9 aprile – 19.30-21.30
Al timone in mezzo ai flutti
eBook: verso un più esteso diritto di leggere, scrivere, pubblicare?

  • L’editoria digitale
  • Gli eBook: quali opportunità oggi e domani?
  • Come funziona il selfpublishing?
  • Qual è la promozione più efficace per il mio libro?

Revisione dello stile dell’elaborato

 

7 maggio – inizio ore 20.30
Quando il canto delle sirene è in un porto sicuro
Aperitivo letterario pubblico con lettura dei racconti scritti durante il Laboratorio

Concludiamo il percorso con una serata finale aperta al pubblico: un aperitivo letterario “sulle note della scrittura“, in cui alcuni attori teatrali leggeranno i racconti scritti durante il Laboratorio, accompagnati da musica dal vivo.[/accordion]

Chi insegna

Fiorenzo Oliva è un accanito lettore, nonché scrittore di (dubbia) fama. Giornalista pubblicista dal 2009, ha collaborato con diverse testate per poi capire che, oltre allo scrivere, può essere bello anche correggere gli articoli scritti da altri. È così diventato redattore editoriale per una rivista specialistica mensile e ora collabora con diverse case editrici. È autore del libro Il mondo in una piazza (Stampa Alternativa, 2009).

Francesco Caligaris tende a perdersi nella lettura appassionata di opere di qualunque tipo (soprattutto se ostiche e poco conosciute), nel confronto tra autori distanti secoli o continenti e nella revisione un po’ ossessiva di testi suoi o di altri. A volte ritrova se stesso nel suo lavoro giornaliero di redattore editoriale o nei laboratori letterari che gli capita di proporre (canzoni e letteratura, cibi e romanzi, ecc.).

Enrico Frau è educatore e pedagogista, esperto nella gestione di workshop e laboratori. Ha lavorato tre anni come redattore editoriale per la rivista Animazione Sociale. Recentemente è tornato a occuparsi di educazione. Ora insegna in una scuola secondaria ma non ha mai perso il suo feeling con il testo scritto.

Alessandro Miglio, torinese, classe 1979. Dagli anni Ottanta legge quasi qualunque cosa gli capiti a tiro. Nel tempo ha sviluppato una insana mania al perfezionismo che l’ha portato a intraprendere la carriera di redattore editoriale. Ha lavorato sui libri di case editrici più o meno blasonate e attualmente si occupa soprattutto di editoria scolastica. Nel tempo ha sviluppato uno spiccato interesse verso le nuove tecnologie e oggi apprezza gli ebook tanto quanto ama la carta. 

Laura Lo Giudice classe 1978. Avvinta alla lettura da quando ne ha ricordo, definisce i suoi gusti letterari “qualcosa a cui si addice il vintage vestito in digitale”. Nondimeno, curiosa della logica dei fenomeni, sceglie una laurea in Scienze Biologiche e tenta di conciliare metodo scientifico e mistero perdendosi tra narrazioni e processi empirici. Il mestiere di redattrice editoriale le ha permesso di nutrire queste propensioni dedicandosi a testi di editoria scolastica per diverse case editrici. Le forme di scrittura rimangono la causa e l’effetto di un reale fascino.

 

Dove saranno gli incontri

Gli Opifici di scrittura narrativa si terranno nel suggestivo circolo Oltrepò di Torino, in corso Sicilia 23.

Per chi lo desidera, su prenotazione, dopo ogni incontro del corso è possibile mangiare a chilometri zero.

Per accedere al circolo è necessaria la tessera Arci 2014 che vale 1 anno, costa 10 euro, e permette di accedere a qualsiasi affiliato Arci d’Italia.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Quanto costa e come pagare

Il corso si sviluppa in 5 incontri di due ore ciascuno. Oltre alle ore in aula, vi sarà un affiancamento continuo da parte dei docenti, nella redazione di un racconto (rielaborato, corretto, perfezionato insieme a noi) che, insieme a quelli degli altri partecipanti, prenderà vita in un libro.

Il prezzo del corso completo è di soli 140 euro + IVA.
Il corso è a numero limitato (max 20). L’attivazione del Corso viene confermata al raggiungimento di minimo 12 partecipanti.
Puoi iscriverti scrivendo una email a corsi@equilibridigitali.it

 

Guarda il laboratorio del 2013

I numeri dell’Opificio di scrittura narrativa 2013
14 iscritti
5 incontri
4 docenti
1 libro

Un percorso di crescita e di confronto sulla scrittura che ha portato più di 100 persone a partecipare all’aperitivo letterario conclusivo, in cui è stato presentato il libro Devo andare. Ho la metro da perdere, la raccolta di racconti scritti dai partecipanti.

Ogni partecipante, cioè, seguito passo a passo da un docente, nel corso del Laboratorio ha scritto un racconto. Il filo conduttore comune era una corsa nella metropolitana di Torino nel tentativo (frustrato) di arrivare a un appuntamento importante. L’appuntamento mancato ha portato il protagonista di ogni racconto a vivere un episodio di serendipità, e a fare importanti scoperte.

Esattamente come succederà per la Traversata di scrittura 2014, il percorso degli Opifici 2013 si è sviluppato mantenendo due dimensioni fondamentali:
1) la riflessione per accrescere la consapevolezza di ciascuno circa lo scrivere (e quindi maturare determinate attenzioni o considerare più punti di vista);
2) l’“allenamento” concreto attraverso esercitazioni più o meno complesse, accompagnate da momenti di confronto, nonché attraverso la realizzazione del racconto del libro.

 

Vuoi saperne di più sulle opere dei partecipanti del Laboratorio dell’anno scorso? 

Clicca qui https://www.equilibridigitali.it/corso-di-base-per-scrittori-esordienti-e-non-torino-marzo-maggio-2014/laboratorio-2013