L’editoria che cambia. L’ultimo libro del collettivo Wu Ming solo in ebook

Il segno non è intorno a te, non è nei muri, nei mattoni, nella calce, nei ciottoli. No, non troverai ciò che vai cercando. Il segno è la ricerca stessa, il segno sei tu che arranchi nel fango delle strade.
Tratto da Q, Einaudi, Torino 1999.

 

Questo post inizia con una citazione tratta dal celeberrimo romanzo storico di Luther Blisset, il collettivo che poi è diventato Wu Ming. Mi sembra una bella introduzione per ciò che voglio offrirvi in queste poche righe: la notizia, il “segno” di una scelta che ha in sé qualcosa di rivoluzionario.

Un blog, un ebook.
E nient’altro

Il nuovo ebook del collettivo Wu Ming

La copertina di Giap. L’archivio e la strada

Il 12 febbraio uscirà un nuovo libro del collettivo Wu Ming. Scritta così, nulla di nuovo. Il libro uscirà in ebook. “E beh?”, starà pensando qualcuno di voi. “Lo fanno in tanti!”.
Ma in realtà il nuovo c’è eccome, ed è offerto dalla combinazione di due fattori. Il primo è che il libro uscirà solo in ebook, edito dai tipi di Simplicissimus Book Farm. Il secondo è che a pubblicare solo in ebook non è un Fiorenzo Oliva qualsiasi (io) che con il suo unico libro ha venduto 2.000 copie, ma è il collettivo Wu Ming, che ha raggiunto ormai una fama internazionale e che in Italia ha venduto centinaia di migliaia (!) di copie cartacee delle proprie opere.
L’ebook in questione (di cui potete vedere qui a fianco l’immagine di copertina) si intitola Giap. L’archivio e la strada e raccoglie i post più significativi del blog omonimo, raccolti negli anni 2010-2012.

Cos’è Giap
Giap è il blog dei Wu Ming, ma al contempo “non è solo il blog dei Wu Ming” – come scrivono loro stessi –: è una comunità di lettori e scrittori, un luogo per pensare e per discutere. Coraggioso, multiforme, deciso, fatto di pensieri complessi ma spesso scritti con semplicità e quindi resi accessibili a tutti.

Il pensiero
dietro l’azione
Sono tanti anni che i Wu Ming rendono fruibili e scaricabili gratuitamente i propri libri in diversi formati elettronici per la lettura su computer, tablet e ebook reader. “Libri elettronici al popolo” scrivono sulla pagina dei download del blog Giap. Troverete da Q (1999) al recentissimo (e splendido) Timira (2012). Di qualcuno è possibile scaricare anche gli audiolibri. A me, per esempio, l’ audiolibro di Q mi ha fatto impazzire. Bellissimo.
Quindi, libri scaricabili gratuitamente e accesso libero per tutti. Quale migliore motivazione per andare in libreria e comprarvi anche il libro cartaceo? Delle scelte del genere si devono premiare.

Ma di Giap
non esiste il cartaceo
Nessuna edizione cartacea, tutto solo in digitale (leggi il comunicato stampa cliccando qui).
Il segno dei tempi che cambiano? Una scelta coraggiosa che guarda al futuro? Cos’altro sta dietro a questa scelta? E, un dubbio: questa sarà la prima pubblicazione dei Wu Ming che, essendo già in vendita in ebook, non sarà resa fruibile gratuitamente nella sezione download del sito?
Le domande sono molte. Ho deciso di provare a contattare il collettivo Wu Ming e, se tutto va bene, spero di potere presto pubblicare una loro intervista.

 

Un singulto squassa il petto, sputo fuori il groviglio. Fratelli miei, non ci hanno vinti. Siamo ancora liberi di solcare il mare.
Tratto da Q, Einaudi, Torino 1999.

 

 
 

Facci sapere cosa ne pensi